NEGOZIO

Tethyshadros insularis

Modello stampato in 3D di Tethyshadros insularis (Antonio) vissuto circa 70 Milioni di anni fa e ricostruito seguendo le più recenti ricerche in ambito paleontologico e paleoartistico.

Nome: Tethyshadros insularis
Età: Cretacico Superiore (Campaniano, circa 70 Milioni di anni fa)
Provenienza: Italia, Villaggio del Pescatore, Trieste.

Realizzato da HibouCoop in collaborazione con ZooSparkle.

Modalità di pagamento: Paypal, Bonifico Bancario.

34,0089,00

34,00
89,00

La località del Villaggio del Pescatore, in provincia di Trieste, è un importante sito fossilifero italiano le cui rocce risalgono al Cretacico Superiore. Nel 1994 furono scoperti dalla geologa Tiziana Barzatti i resti di quello che sembrava essere l'arto anteriore di un qualche rettile.
Col tempo ci si rese conto che si trattava di un dinosauro quasi completo, affine al gruppo degli Adrosauridi, che fu chiamato colloquialmente "Antonio", nome col quale è diventato famoso presso il grande pubblico; il nome ufficiale della specie è però Tethyshadros insularis.
Quest' animale mostra diverse specializzazioni interessanti; sulla base dello studio approfondito della rigida sua coda, pubblicato nel 2020 da Fabio Marco Dalla Vecchia (che descrisse ufficialmente il dinosauro nel 2009), è emerso che Antonio era dotato di muscoli caudofemorali assai voluminosi; tali muscoli, se contratti, facevano ritrarre la gamba, facendo camminare il dinosauro. Siccome erano molto grandi, dovevano generare un discreta spinta a livello delle zampe posteriori, e questo - assieme a varie altre specializzazioni, come la forma del sottile arto anteriore che aiutava nell'equilibrio la parte anteriore del corpo - supporta l'ipotesi che Antonio fosse un dinosauro dallo stile di vita cursorio e attivo.
L'ambiente dove viveva è molto diverso da quello che vediamo oggi! Al tempo gran parte d'Europa era sommersa da un oceano chiamato Tetide, col risultato che il continente era un insieme di isole più o meno grandi (da qui il nome del dinosauro, che significa "Adrosauroide insulare della Tetide"). In effetti, le ridotte dimensioni di Antonio rispetto ad altri dinosauri simili lascia supporre che si trattasse di un caso di nanismo insulare. I Tethyshadros vivevano sulla parte emersa di una piattaforma carbonatica di ambiente carsico (anche se in un clima di tipo tropicale o subtropicale), con rocce calcaree che vengono dissolte dall'acqua sia in superficie che in profondità, con la conseguenza che negli ambienti carsici l'acqua superficiale è rara, perchè tende a venire inghiottita in fessure e pozzi nelle rocce. Questo potrebbe spiegare la sua morfologia; dalla posizione della cloaca si può supporre che la parte finale del suo intestino o della cloaca stessa potessero aumentare il riassorbimento d'acqua dall'urina, aiutando questi animali in questo ambiente con poca acqua disponibile in superficie.
Ad oggi il sito del Villaggio del Pescatore è l'unico giacimento a dinosauri noto in Italia; dopo Antonio, un secondo esemplare piuttoso completo (soprannominato "Bruno") è stato estratto, ed è possibile che ci siano altre sorprese in serbo per il futuro.

Informazioni aggiuntive

Ordinabile

Spedizione in 7 giorni dall'ordine per il modello "solo stampa" e 10 giorni per il modello "dipinto a mano".

Contenuto della confezione

Stampa 3D Tethyshadros insularis, manuale di istruzione e testi legali.

Misure

295mm (L) x 95mm (H) x 60mm (P)

Scala

1:15

Materiale per la colorazione a mano (solo versione dipinta)

Colori acrilici Citadel

Tecnlogia di stampa 3D

FFF – Fused Filament Fabrication

Materiale

PLA ECO, Bioplastica ottenuta dall'amido di mais, resistente, atossica, neutra e bio compostabile, abbastanza rigida, resiste alla luce UV e non cambia colore nel tempo.